ASTM D638

ASTM D638: Guida definitiva ai test di trazione delle materie plastiche

Come eseguire un test di resistenza alla trazione sulle materie plastiche secondo la norma ASTM D638

Scritto da Erica Lawrence

ASTM D638 è la norma di test più comune per determinare le proprietà a trazione delle materie plastiche rinforzate e non rinforzate. Con l'uso delle materie plastiche a un livello sempre maggiore, è fondamentale che i produttori siano in grado di valutare correttamente la resistenza meccanica dei loro materiali. Questa guida è progettata per introdurvi agli elementi di base dei test di trazione per materie plastiche ASTM D638, compresa una panoramica delle attrezzature, del software e dei campioni necessari. Tuttavia, chiunque abbia intenzione di condurre test ASTM D638 non dovrebbe considerare questa guida un sostituto adeguato per leggere la norma completa.

Cosa misura?

L’ASTM D638 viene eseguito applicando una forza di trazione a un provino e misurando varie proprietà dello stesso sotto stress. Viene condotto su una macchina di test universale (chiamata anche macchina per test di trazione) a una velocità compresa tra 1 e 500 mm/min finché il provino non cede (si snerva o si rompe). Anche se l’ASTM D638 misura molte diverse proprietà a trazione, le seguenti sono le più comuni:

  • Resistenza alla trazione – il quantitativo di forza che può essere applicato a una materia plastica prima che si snervi (si allunghi irreparabilmente) oppure si rompa.
  • Modulo a trazione – quanto un materiale si possa deformare (si allunghi) in risposta allo stress prima di snervarsi. Il modulo è una misurazione della rigidità del materiale.
  • Allungamento – l’aumento della base di misura dopo la rottura diviso per la base di misura originale. Un maggiore allungamento indica una maggiore duttilità.
  • Coefficiente di Poisson: misurazione del rapporto tra quanto un materiale venga allungato e quanto diventi sottile durante il processo di allungamento.

ASTM D638 Proprietà a trazione delle materie plastiche

ASTM D638 è la norma giusta per voi?

Ci sono molti metodi di test diversi per i vari tipi di materie plastiche. L’ASTM D638 si applica solo a campioni di materie plastiche rigidi di spessore compreso tra 1,00 mm e 14 mm. Se il vostro campione è un foglio o una pellicola di spessore inferiore a 1,00 mm, dovrebbe essere testato con la norma ASTM D882. Se da un lato fornisce risultati simili a quelli previsti dalla norma ISO 527-2, l’ASTM D638 non è considerata tecnicamente equivalente a causa delle differenze nelle dimensioni dei provini e nei requisiti di test. Mentre alcuni grandi produttori multinazionali testano sia con ASTM D638 che con ISO 527-2, la maggior parte dei nostri clienti dimostra una preferenza per una norma o l'altra in base alla loro posizione geografica. I produttori nordamericani di solito testano secondo ASTM D638, mentre quelli europei e asiatici testano principalmente secondo ISO 527-2. Anche i clienti in Cina testano secondo ASTM D638 e ISO 527-2. Tutti questi metodi di test possono essere trovati nei Bluehill® Universal Applications Modules che sono modelli di metodi preimpostati per le norme ASTM e ISO più popolari.


Sistema di test dei materiali

La maggior parte dei test ASTM D638 viene eseguita su una macchina di test universale da tavolo come quella della serie 6800di Instron. Un sistema da 5 kN o 10 kN (1125 o 2250 lbf) è il più comune, ma dato che aumenta la resistenza delle materie plastiche rinforzate e dei materiali compositi, potrebbero rendersi necessarie unità con una capacità maggiore, – quali i sistemi da 30 o 50 kN.