Il Restauro Dentale e la riabilitazione delle protesi presentano sollecitazioni causate dalla masticazione una volta che sono in bocca. Ogni materiale dentario può rispondere a sollecitazioni diverse e, in alcuni casi, possono verificarsi deformazioni. Ad esempio, la parte in porcellana della corona dentale può scheggiare o rompersi quando si morde il cibo duro. Pertanto, la valutazione delle proprietà meccaniche dei materiali dentali può essere utile per stabilire le loro funzioni e prevedere la prestazione clinica a lungo termine.

Odontoiatria ISO 20795 - Polimeri di base Parte 1: Polimeri per base delle protesi e Parte 2: I Polimeri di base ortodontici specificano i requisiti per i polimeri per basi protesiche e ortodontiche e copolimeri utilizzati in applicazioni dentali. I metodi di prova che vengono utilizzati per determinare la conformità con tali requisiti sono specificati nelle norme. Una delle prove è la prova di flessione su tre punti, che misura la resistenza a rottura e il modulo a flessione dei polimeri utilizzando incudini di diametro da 3,2 mm posti a 50 mm circa. Ad esempio, in accordo alla norma ISO 20.795-1, i cementi di tipo 1, 3, 4, e 5 dovrebbero avere minimo carico di rottura alla flessione di 65 MPa per almeno quattro su cinque provini testati.

Per soddisfare i requisiti della norma ISO 20795-1, abbiamo usato un tipico dispositivo di flessione su 3 punti con un bagno a temperatura controllata. La temperatura del provino è stata mantenuta a 37 ° C (± 1 °) per simulare condizioni in vivo. La configurazione mostrata in foto è stata montata su sistema di prova ElectroPuls™ e la prova è stata controllata dal nostro Software Bluehill ® 3. Tuttavia, poiché questo è una prova quasi-statica, può essere facilmente effettuata sia su macchina elettromeccanica 3300 o 5900.

Si consiglia di rivedere ISO 20795 per comprendere appieno le sue esigenze.

Altre informazioni su altri tipi di prova per materiali dentali o impianti dentali? Abbiamo una varietà di soluzioni per prove su materiali ed impianti dentali.

Read More...